Huawei, non spiare lo spione

Il caso Huawei è la naturale conseguenza di una deriva imposta dalla globalizzazione.

Android è un sistema libero ma i servizi che veicola no.
Questi servizi sono saldamente nelle mani di Google.
Il 5G però implementato a livello hardware è destinato a essere il veicolo di gran parte del traffico dati dei nostri telefonini e non solo.

Quindi si presta a tracciatura spionaggi ecc.
Ha ragione Trump a dire che è pericoloso dal punto di vista strategico?
A mio parere sì.

Ma a questo punto mi viene da fare altre domande, e i microprocessori di tutti i PC Intel (ovvero la straripante maggioranza dei computer desktop in circolazione)?
E i servizi di Google, per non parlare di quelli di Facebook o di Whatsapp non hanno valenza strategica? Possibilità di spionaggio e tracciatura?

Insomma tranne i sistemi totalmente Open Source (Linux ad esempio), la nostra è solo una scelta su a chi dare i nostri dati potenzialmente spiabili.
Se Huawei uscisse con un Sistema Operativo suo per non usare quello di Google, acquistare un loro device magari ci libererebbe dal potenziale spionaggio statunitense, per passare a quello cinese.

E comunque se come dichiarato Google chiudesse i servizi a Huawei, farebbe saltare l'azienda tanto i servizi di Google sono oramai diventati indispensabili.

Insomma del potenziale spionaggio / tracciatura da parte degli Stati Uniti non possiamo più fare a meno, meno che meno Huawei.

Siamo messi bene ...

Stampa