Tablet Apple solo rischiando addebiti inaspettati?

Recentemente ho configurato un IPad Pro di Apple per una persona che lo vuole usare senza correre il rischio di addebiti inaspettati.

Con il telefonino sappiamo che basta finire sul sito sbagliato per trovarsi l'abbonamento a qualche costoso servizio.
Al di là della connessione (che finisce addebitata sul telefono), il punto in cui si finisce per pagare è dove si acquistano le applicazioni (lo Store).
Inutile dire che l'autodifesa per eccellenza è scollegare il sistema di pagamento.
Nel caso del telefono bloccando la possibilità di addebito di servizi aggiuntivi (basta una telefonata al gestore ma ben pochi lo sanno).
Per quanto riguarda lo Store l'autodifesa più semplice è non collegare la Carta di Credito (per chi ne ha una).

Quando attivate lo Store di Android fanno di tutto per far pensare che occorra per forza inserire la Carta di Credito (così magari per sbaglio vi trovate a installare qualcosa che pensavate gratuito con addebito immediato), non è così intuitivo capire dalla schermata che è possibile farlo anche senza indicarla (ma se ci guardate sempre si può fare, anche perché nessuno può obbligarmi ad avere per forza una Carta di Credito per poter usufruire dello Store e scaricare programmi gratuiti).

Già ... ma con IPod Pro le cose non sembrano andare proprio così.
Tra le scelte del metodo di pagamento da installare c'è la voce 'nessuno' ... ma non va.
Compare una bella scritta rossa che rimanda all'assistenza.

Ho quindi chiamato l'assistenza che mi ha fatto fare?
Se hai una macchina Windows prima installi ITune EEEEHHHHH!  programma che considero a dir poco invasivo.
Oppure se hai un Mac crei un profilo da ITune su quel Mac (e così ho fatto io).
Da lì effettivamente puoi registrarti ad ITune senza carta di credito.

E se non hai un altro PC?
Vai all' Apple Store e te lo fanno loro.

Bello ... proprio bello, quando si dice volere il bene dei clienti.
In pratica se non hai o non vuoi usare la carta di credito e vuoi comprare un IPod Pro pensaci.

 

Stampa